Ambiente

Risparmio energetico

In base al D.Lgs. 192/2005 agli edifici è stata assegnata una classe energetica che ne stabilisce il fabbisogno energetico in termini di riscaldamento, tag heuer replica watches condizionamento, luce, ecc. Diventa importante per l’architetto e il progettista valutare con attenzione tutti i contributi che possono essere sommati per raggiungere la classe più alta.

Questo si traduce in: valore maggiore in fase di compravendita, minore aggressività fiscale, minori costi di esercizio. Per fare un esempio, una semplice tenda può diminuire la temperatura della casa fino a 5° C, in funzione del suo colore e dell’ora in cui viene aperta. Dal 2002, la protezione solare è considerata dal Parlamento Europeo, come una soluzione per ridurre le spese energetiche degli edifici. L’installazione di una tenda da esterni permette infatti di diminuire il consumo energetico e l’effetto serra (in relazione al protocollo di Kyoto).

Protezione solare

Quando si parla di protezione solare, si parla in realtà di protezione dai raggi solari: il sole invia dell’energia verso la terra in forma di raggi ultravioletti, infrarossi e luce visibile.

  • I raggi UV accelerano il processo di invecchiamento naturale degli oggetti, alterando progressivamente le superfici ed i colori. Inoltre aggrediscono la pelle e possono provocare malattie. Un tessuto di qualità può bloccare tra il 90 e il 99% dei raggi UV.

  • Gli infrarossi riscaldano le materie solide e gassose dando una sensazione di calore. Una tenda da sole permette di limitare la temperatura all’interno dei locali e, indirettamente, di ridurre il proprio consumo di energie.

  • La luce può provocare un abbagliamento dannoso per gli occhi. Una protezione solare ha il compito di diminuire l’effetto di abbagliamento, influendo sull’illuminazione del luogo.

Quando i raggi solari toccano un oggetto possono essere riflessi, assorbiti o ci passano attraverso. Per un tessuto, la quantità di riflessione, assorbimento e trasmissione, varia principalmente a seconda delle tinte: meglio un colore scuro (maggior assorbimento) per tende esterne e chiaro (minor assorbimento) per tende interne.

Fabbisogno Energetico

L'immagine sottostante mostra i fabbisogni energetici relativi a riscaldamento, climatizzazione e illuminazione per un ufficio di 20 m² in diverse città europee. L’ufficio è dotato di doppi vetri trasparenti (vetro C secondo l’EN 14501) ed è rivolto verso sud. La superficie vetrata occupa l’80% della facciata. La tenda, di colore neutro scuro, viene istallata esternamente.

L'utilizzo di una tenda esterna apporta costantemente importanti risparmi energetici, in tutti i casi. jazwatch.net swiss replica watches
È possibile notare come le esigenze di riscaldamento siano maggiori quando la tenda viene istallata. Questo è dovuto al fatto che non vi sia energia solare libera che entra nella stanza, quando la tenda è abbassata. Infatti, il principio di funzionamento della tenda si basa sul comfort visivo dell'occupante. Pertanto, è possibile una schermatura prolungata nei giorni invernali di sole, limitando così il riscaldamento libero della stanza.
Il principio di funzionamento presuppone, inoltre, che l'illuminazione artificiale venga attivata solo quando il dispositivo di schermatura solare è completamente retratto e il livello di luce del giorno è insufficiente. La presenza della tenda non ha quindi alcun impatto sulle esigenze di luce artificiale.
Tuttavia, data la significatività del fabbisogno energetico per l’aria condizionata, i risultati complessivi sono ancora molto positivi e portano a importanti risparmi energetici.

Fonte: textinergie.org

Ambiente e riciclo

La qualità della vita e la salvaguardia dell'ambiente in cui viviamo non può non essere presa in considerazione. Tendital mantiene sempre viva l’attenzione sulle tematiche ambientali prevenendo l’inquinamento e riducendo, dove possibile, il consumo di risorse naturali.

Il riciclo ed il recupero delle materie prime è un fattore molto importante per Tendital, che si adopera per rendere tutto questo possibile: la maggior parte dei componenti delle tende da sole è riciclabile a partire dagli imballaggi in cartone e nylon, ai profili di alluminio, fino ai tessuti e ai componenti delle motorizzazioni.

Questa politica si osserva anche nella selezione dei fornitori, orientandola a coloro che rispettano questi stessi principi.